Le assaggiatrici – Rosella Postorino

Vincitrice del premio Campiello, la vicenda narrata da Rosella Postorino ha preso spunto da una storia vera, quella di Margot Wölk, l’ultima assaggiatrice di Hitler. La Postorino dopo aver letto un articolo di giornale che trattava della storia di Margot Wölk, rimase colpita dalla sua testimonianza. Un ruolo, quello delle assaggiatrici, che fino a quel momento era sconosciuto ai più. Un romanzo delicato e profondo che mostra la guerra da un punto di vista diverso, non il consueto a cui siamo abituati, ma quello delle donne tedesche, di chi la guerra l’ha vissuta dentro la cosiddetta “tana del lupo” nel periodo culmine della crudeltà nazista.

Lupo racconta la SMA – Jacopo Casiraghi

Benvenuti in un mondo misterioso, un mondo ricco di storie, di gioia, di speranza e di arcobaleno. Quella raccontata da Jacopo è una storia, un insieme di dodici favole che coinvolgono il lettore fin dalla prima pagina. Con uno stile di scrittura semplice e fluente che trascina chi legge in un turbinio di peripezie e avventure, mostrando il mondo dell’Atrofia muscolare con una chiave diversa, giusta e positiva. Il tutto mostrato dai disegni e le illustrazioni di Samuele Gaudio.

Oceano mare – Alessandro Baricco

Un libro che ha in sé una poetica che coinvolge il lettore, se non nell’immediato, qualche attimo successivo. Una storia che sicuramente non la si può leggere tutto d’un fiato, ma è necessario assaporarla, ragionarci, rifletterci. Solo allora, quando si cercherà di comprenderne la natura, si riuscirà ad apprezzarla. Il mio consiglio, quindi, è di non soffermarsi al primo stato d’animo, alla prima impressione, ma di continuare nella lettura, e solo in quel momento si dispiegherà, agli occhi del lettore, un mondo che probabilmente non pensava di trovare.

Le ho mai raccontato del vento del Nord – Daniel Glattauer

Autore: Daniel Glattauer Titolo: Le ho mai raccontato del vento del nord Casa Editrice: Feltrinelli Pagine: 192 Genere: Narrativa   Cari lettori, questo mese voglio parlarvi di un libro che mi ha piacevolmente stupito. Il motivo? Una mia iniziale sottovalutazione della storia, soprattutto per quanto riguarda la particolare tecnica di scrittura utilizzata. Ma come si [...]