Lager 33 – Lilia Bicec Zanardelli

Una storia sul tormento vissuto dai deportati nei lager stalinisti, dei luoghi di tortura, in cui il patimento fisico e quello psicologico camminavano assieme, distruggendo l’individualità di ogni essere umano. Quando ogni deportato non era altro che un numero, e nulla più. Un viaggio, quello descritto da Lilia, nella realtà stalinista. Un lungo cammino dalla Moldavia fino alla Siberia, nelle vaste regioni disabitate, luoghi perfetti per ospitare i campi di prigionia: i gulag.